Spaccatello e Vino: binomio perfetto in cantina

PUBBLICATO 25 Mar 2016 AUTORE CATEGORIA

Oggi entriamo nella cantina privata di un appassionato e collezionista di vino del nord Italia.
Non esisteva nulla, solo un progetto ideale nella mente di un uomo amante del gusto, della cultura e dell'artigianalità italiana. Un harem dei vini, inserito in un luogo sotterraneo ma accogliente, tra volti in mattoni faccia a vista fatti a mano (recuperati da vecchie case), radici di mangrovia, luci calde sostenute su torce in ferro battuto personalizzate, il tutto abbinato al nostro spaccatello in marmo naturale Botticino.

Il cliente (che chiameremo Enrico, un nome di fantasia nel rispetto della sua privacy) ha progettato uno spazio con il quale raccontare una sua storia personale.
Un luogo nel quale condividere le sue passioni con gli amici e gli ospiti della sua casa.
Un ambiente nel quale la classicità del legno si abbina perfettamente alla modernità delle forme del vetro.
Nella profondità di questa cantina lo stile rustico dello spaccatello in marmo, incontra e abbraccia lo stile moderno della cucina che si trova all'entrata.
Ogni elemento presente in questa cantina racconta qualcosa e racchiude l'anima del vino e del suo amante.

Davide e io non sapevamo cosa aspettarci, eravamo solo molto curiosi di vedere il risultato della tanta ricercata e desiderata cantina di cui Enrico ci parlava con tanto entusiasmo. Sapevamo di trovare delle nicchie, delle luci e molto spazio dedicato alla convivialità.
Le nostre aspettative sono state altamente superate.
Le due ore che abbiamo trascorso in questa stanza ci hanno dato la sensazione di essere in un luogo accogliente, confortevole e rilassante. Una cantina in elegante e raffinato spaccatello, accuratamente studiata per la conservazione e la degustazione dei vini.

Entrata di una cantina per la conservazione dei vini

Che caratteristiche deve avere una cantina per il mantenimento del vino?
La cantina ideale per la protezione del vino deve essere un luogo areato, buio, umido, fresco, silenzioso, lontano dalle vibrazioni e dai cattivi odori.
Al di là del posizionamento (sotterraneo o meno) che non può dipendere da noi, le altre proprietà sopra elencate le puoi assicurare con un rivestimento in spaccatello in marmo naturale.

Lo spaccatello in marmo naturale come isolante termico

Rivestimento interno in pietra a spacco per isolamento termino cantina
Mantieni la temperatura costante per tutto l'arco dell'anno, evitando completamente i bruschi cambiamenti termici, che provocano stress e abbassamento della qualità del vino. I vini rossi devono stare in un ambiente dalla temperatura variabile tra i 12° e i 16°; quelli bianchi invece tra i 10° e i 12°, quindi scegli per quest'ultimi gli angoli più freschi, o al limite posizionali dal basso all'alto dove porrai i rossi più importanti. Di solito questa situazione ambientale si ottiene naturalmente situando la cantina 4 metri sotto il livello del suolo, come si è preoccupato di fare il nostro cliente, ma allo stesso tempo, per isolare ancor più la stanza egli ha rivestito le pareti laterali con i nostri listelli di spaccatello nelle altezze di cm. 3-4-5. Investire in un rivestimento solido e permanente è un ottimo modo per rispettare e mantenere alto il valore del vino contenuto nelle bottiglie accomodate sugli scaffali.

 

Un rivestimento in pietra naturale contro un ambiente secco

Rivestimento parete di cantina in spaccatello di Botticino
Un parametro importante che il nostro cliente monitora con un igrometro, è l'umidità, che, per una cantina adibita al mantenimento della qualità del vino, deve stare tra il 70% e l'80%. Questo fattore è importante per evitare che i tappi di sughero si secchino e trasmettano cattivi gusti al contenuto della bottiglia. In questo specifico esempio, a mantenere l'umidità nella stanza sono i mattoni dei volti e l'impasto utilizzato per la copertura del suolo calpestabile. Scegliendo lo spaccatello di marmo come rivestimento per la tua cantina, sei sicuro di porre un materiale che non si rovina in presenza della condizione richiesta. Se nella tua cantina non hai la possibilità di inserire materiali atti al raggiungimento dei gradi di umidità ideali, puoi far respirare il sottosuolo e permettere al terreno umido di mantenere l'ambiente con i requisiti sopra descritti.

 

Una pietra viva non porosa, che respira ma non trattiene

Una pietra naturale che respira per la cantina ideale
Il vino purtroppo o per fortuna ha la caratteristica di attirare a se tutti gli odori che lo circondano. Quindi controllare costantemente che le cattive profumazioni o le indesiderate puzze rimangano distanti dalle tue pregiate bottiglie, è un'ottima precauzione, semplice e non impegnativa. Puoi essere ancora più sicuro se scegli come rivestimento lo spaccatello. La sua lavorazione fa emergere la pietra solida e viva, l'anima naturale del marmo, ma in nessun caso tratterrà gli odori presenti nell'aria. Evita comunque di utilizzare la cantina come magazzino di prodotti dall'alta concentrazione di odori forti perché, anche se il rivestimento non trattiene, il vino li attira, e la sua qualità potrebbe diminuire.

 

La luce: l'elemento d'arredo principale abbinato allo spaccatello

La luce come elemento d'arredo sullo Spaccatello
Un vino esposto alla luce invecchia più facilmente, per questo esistono le cantine e le taverne. E per questo lo studio del posizionamento delle fonti luminose è importantissimo. Una cantina ideale dovrebbe presentarsi con luci soffuse, e sfruttare eventualmente l'utilizzo di materiali riflettenti per aumentare la luminosità della stanza. Con l'utilizzo del marmo bianco Botticino, Enrico ha ottenuto una stanza chiara e luminosa, senza utilizzare troppe lampade e lampadari. A rendere l'ambiente ancora più romantico e intimo vi è il gioco di luci e di ombre che si creano naturalmente grazie all'effetto onda che, la lavorazione dei listelli di spaccatello nelle diverse altezze alternate di cm. 3-4-5, permette sulle pareti rivestite.

 

Legno, marmo, vino: elementi naturali che convivono bene insieme

Elementi naturali come il legno e il marmo per accogliere le bottiglie di vino da collezione.
Se devi scegliere l'arredamento, noi ti consigliamo di prendere in considerazione il legno per due motivi. Il primo perché ha proprietà fonoassorbenti e pneumatiche che attutiscono le eventuali vibrazioni; il secondo perché è una materia naturale come lo spaccatello e il vino. Sono tutti e tre elementi che vengono lavorati dall'uomo, ma che nascono e crescono in un ambiente completamente naturale, sotto il cielo, tra le intemperie e nel tempo. Hanno molti caratteri comuni che arricchiscono il valore del concept della tua cantina. L'esempio di oggi è proprio un mix che parla perfettamente il linguaggio della natura. Sono presenti inoltre, contrasti forti che valorizzano singolarmente ogni elemento: le mensole e le scaffalature in legno scuro, le radici di mangrovia in legno a sostegno del grande tavolo in vetro centrale, le torce in ferro battuto, le pareti verdi nella profondità della cantina e il nostro spaccatello chiaro.

 

Lo spaccatello di marmo naturale: ideale come rivestimento per il miglior vino. I bicchieri di vino posti in una nicchia di pietra viva  

 

Grazie alla perfetta sintonia della materia solida e liquida, questa cantina è un gioiellino di pura bellezza. Un incontro di vera amicizia tra la mente umana e il suo habitat naturale.

La modularità dello spaccatello permette la posa in tutti gli angoli Idea originale per ordinare i bicchieri di vino  

 

VALUTA L'ARTICOLO
(1 Vota)
Elisa Brunelli

Sono cresciuta respirando la passione per l'artigianalità, per il Made in Italy e la bellezza. Per questo comunico con gli occhi, il sorriso, le parole e le immagini. Il suono dei tasti dà il ritmo alle mie giornate; il mio lavoro di content editor, blogger freelance e social media manager mi permette di stare in ascolto e di prepararmi a dare risposte concrete. 

Stilmarmo logo

Rivestimenti rustici in marmo

Stilmarmo snc

Via Canova, 15
37023 Stallavena di Grezzana
Verona - Italy
045 880 1377
045 880 1730
info@stilmarmosnc.it

Dal nostro blog